I. Conosci il tuo nemico

Le fobie sono un'estrema forma di ansia. Quanto meglio è informato circa l'ansia in generale e l'agorafobia in particolare, meglio sarà in grado di affrontare i vostri sintomi. La prima cosa da capire è che l'ansia è normale e in realtà serve a un utile scopo.

Quando sei in una situazione potenzialmente pericolosa, il corpo ti amplia in diversi modi per prepararti a combattere la tua strada fuori dal pericolo oa sfuggirla fuggendo.

L'ansia diventa un problema quando si verifica questa naturale reazione di pericolo Quando non sei affatto in alcun pericolo. Se questo provoca una disagio lieve o un terrore incontrollabile è una questione di grado. Quando i tuoi sintomi non implicano la paura classica di essere all'aperto, non puoi riconoscere che sei affatto agorapobica. Ma questa paura può assumere molte forme. Quello che tutti hanno in comune è una situazione che vuoi sfuggire, ma non riesci a sentirti come se fossi in grado di farlo.

II. Imparare le tecniche di rilassamento

Ci sono due tecniche fisiche che è possibile praticare e diventare competenti per aiutarti a controllare i sentimenti di ansia o panico

1 – Proprio come la stimolazione oltre può causare il respiro più veloce ed eventualmente l'iperventilazione, è possibile costringersi a calmarsi, riducendo intenzionalmente il respiro. Mentre prendi profondi respiri lenti, ti calma. Questo fatto è ben noto agli artisti marziali e agli esecutori di scena.

2. rilassamento muscolare progressivo – Passare attraverso il tuo corpo innanzitutto flettendo un particolare muscolo e poi rilassandolo. Questa tecnica viene talvolta utilizzata durante l'induzione ipnotica per aiutare il soggetto a rilassarsi.

La cosa da ricordare è che stai agendo solo per farti comodo. Per prima cosa, calmate la mente concentrandosi sul fatto che non vi è alcun pericolo reale e quindi adottate misure per calmare il tuo corpo.

III. Discutere con quella voce interna

Mentre in panico sentiamo sussurri di pensieri che normalmente riteniamo ridicoli. La cosa migliore da fare è contrastare immediatamente questi pensieri con quelli più ragionevoli.

Quando il tuo cervello spaventato pensa "Voglio morire". risponde con "L'ultimo Tempo mi sono sentito allo stesso modo e sono ancora vivo " Quando ti esiti a camminare in una stanza perché tu pensi " Ognuno mi sta ridendo " ricordatevi " Io Anche se sapete logicamente che le cose che il tuo cervello spaventato sparisce non hanno senso, più li lascerai andare incontenibile. "Non è vero che le cose che il tuo cervello spaventato esauriscono non hanno senso, più li lascerai andare incontenibile".

Più forti ti interessano.

Può darsi che non sia così facile farlo nella presa della paura. Quindi trasportate schede di indice con ragionevoli controversie stampate su di loro per usarli quando i tuoi pensieri negativi tipici si inarrano nella tua testa

IV. Torna indietro nel duo del leone

Inizia a tornare in luoghi e situazioni che hai evitato. Non lo fai, sperando che questa volta l'attacco non avverrà. Vuoi che accada in modo da poterla uscire.

Gli attacchi di panico sono normalmente per una breve durata, forse da 15 a 30 minuti. So che può sembrare un'eternità, ma quando è finita sarai completamente inodato. È importante dimostrare che per te stesso, anche se già lo sapete "logicamente".

Cominciate con i posti meno spaventosi e gradualmente lavorate fino a quelli che fanno le ginocchia bussare insieme.

] V. Pratica queste tecniche

Non basta leggere su questi suggerimenti e pensare "Sì che ha senso" Imparare le sensazioni iniziali che indicano che stai cominciando a fare panico. Pratica le tue tecniche di rilassamento finché non diventano naturali per te. Visualizzatevi in ​​quelle situazioni che hai usato per evitare.

Come ha detto Robin Sharma; "Tutto è creato due volte, prima nella mente e poi nella realtà". Quando potete vederlo chiaramente nella vostra mente, allora potete farlo succedere



Source by Chazz Brown